L’EROE DISCRETO

C’è chi dice no! …..
Due storie parallele, ”Dos hombres vertical”,
una terra piena di magia, poesia e contraddizioni

A dire no, nel nuovo libro del grande romanziere peruviano, sono due uomini con una precisa idea dell’onore e dell’onestà , due <<Don Chisciotte>> moderni, immersi in un mondo spogliato di ogni eroismo possibile. Due storie che corrono parallelamente e che, attraverso un semplice meccanismo narrativo, diventano complementari. Della prima è protagonista un piccolo imprenditore preuviano, Felicito Yanaqué, quando riceve una lettera di minaccia con un ragnetto al posto della firma. Figlio di un povero mezzadro meticcio, innalzatosi nell’arco di una vita d’immane fatica, allo status di titolare di una fiorente ditta di trasporti, oppone un netto rifiuto a quella miserabile richiesta di <<pizzo>>, per non cadere dalle vette di un’esistenza proba, di una moralità orgogliosa, di una fedeltà agli insegnamenti paterni. L’altra ha per protagonista Rigoberto, un manager di Lima prossimo alla pensione, desideroso di godersi il resto dell’esistenza viaggiando in Europa. La vita, però, gli scompiglia i piani: il suo capo e grande amico Ismael decide di sposare la governante Armida, per impedire che il suo patrimonio venga dilapidato dai figli, e chiede a Rigoberto di fargli da testimone.
I figli del ricco magnate, soprannominati “le iene” per la loro condotta,  scateneranno tutta la loro rabbia e avidità contro questa decisione e chi l’ha sostenuta. Leggere questo romanzo è come superare una linea di confine , uno “stargate”, per immergerci in <<un cosmo e microcosmo>> sconosciuto, dal carattere esotico, sensuale, enigmatico, quasi <<fatato>>. La meta di questo viaggio è il Perù, un paese moderno ed antico allo stesso tempo, pieno di contraddizioni ed emotivamente suggestivo. Il tema centrale del romanzo è l’uomo comune, l’uomo della strada, sconosciuto, silenzioso, <<l’eroe discreto>>, capace di esercitare la propria moralità, il proprio <<eroismo etico>>, senza ostentazione, rifuggendo
il clamore.
Il romanzo sta tra il giallo e la commedia dal sapore amaro, sublime esempio di maestria narrativa, di << un romanzesco che induce uno stato prossimo all’ipnosi>>.

Rosy Franzò & Piero Pirosa

Share This:

36